Inserisci la tua attività
Italiano English

FRISJOLI: LE FRITTELLE LUNGHE

Le frisjoli, come vengono chiamate in lingua sarda, sono delle frittelle tipiche del Carnevale e si preparano con ingredienti semplici con farina di semola di rimacinato, che le rende saporite e rustiche nel contempo, croccanti fuori e soffici dentro. Si conservano bene anche fino al giorno dopo, ma in questo caso è preferibile scaldarle per qualche secondo al microonde.

La ricetta è molto semplice perché gli ingredienti sono pochi, ma prestate molta attenzione alla lievitazione. Munitevi di una terrina, se in terracotta è meglio. Abbiate molta cura dell’impasto, mantenendolo in una stanza calda e priva di spifferi. Esistono tanti modi per fare le frittelle lunghe in Sardegna, questa ricetta, probabilmente, è quella più facile per prepararle. Si consiglia di munirvi di un imbuto con manico con un apertura del diametro di 1,5 cm, ma se non lo avete potrete ovviare con dei semplici rimedi: bottiglia di plastica tagliata a metà. Fate molta attenzione al calore dell’olio, per questo si consiglia di usare un imbuto con il manico.

Ingredienti

1 kg di semola rimacinata

1 litro di latte

35 g di lievito di birra

2 arance (scorza e succo)

1/2 bicchiere di Acqua vite o liquore all’anice

olio abbondante per friggere (arachide o girasole)

zucchero quanto basta.

Procedimento

Versate la farina di semola rimacinata, la scorza e il succo delle arance nella terrina e mescolate. Fate intiepidire il latte  sciogliendo il lievito dentro.  Con una mano impastate versando poco per volta il latte e infine aggiungete il liquore.  A questo punto lavorate bene ed energicamente l’impasto, dal basso verso l’alto fino a farlo risultare omogeneo e perfettamente liscio. Lasciatelo lievitare per almeno due ore coprendolo prima con un telo e poi con una coperta. Fate attenzione a che l’impasto sia denso al punto di poter passare attraverso l’imbuto. In caso contrario aggiungete del liquido tiepido, partendo da 50 ml sino a raggiungere l’esatta consistenza per poter passare attraverso l’imbuto. A questo punto siete pronti a versare il contenuto nell’olio ben caldo e dovrete procedere con cautela e sicurezza in questo modo: ungete l’interno dell’imbuto versandovi dell’olio ben caldo, con un mestolo prendete un po di impasto e versatelo all’interno dell’imbuto , tenendo il buco chiuso con il dito indice. Avvicinate l’imbuto all’olio caldo, spostate il dito e iniziate a far cadere l’impasto in modo circolare, creando una spirale, dall’interno verso l’esterno. La frittella si gonfierà al contatto con l’olio, giratela e fatela dorare. Ora potete toglierla dall’olio, scolatela e passatela nello zucchero e buon appetito!

Vuoi entrare a far parte del nostro portale?

Vuoi aggiungere la tua attività nelle liste di Sardegna Country? Mandaci la tua richiesta, clicca sul pulsante invia.